La strategia teatrale

Considerata la finalità pedagogica delle Oblomov guidelines, il teatro è lo strumento ideale per decodificare  la metodologia del progetto: come gli short shocks sono capaci di attrarre la passione e l’intrinseca motivazione degli adolescenti, i ‘corti teatrali’ predisposti in Oblomov attraverso l’Open Scenario (un canovaccio), e agiti dagli studenti, intendono catturare e interpretare la più intima coscienza dei ragazzi sedentari. Una spontanea e mai sperimentata partecipazione alle attività fisiche, basata su una corretta postura fisica che coinvolge la giusta attenzione ai gesti e le possibilità espressive del corpo, stimola la relazione tra il dinamismo dei movimenti e la posizione del corpo nello spazio.

Il percorso teatrale guida gli studenti in una nuova dimensione fisica di consapevolezza, dove il teatro, come lo sport, offre l’opportunità di interpretare un ruolo attivo nella loro vita quotidiana.

Ciò è possibile perché il teatro interviene come un nuovo mezzo sociale per il raggiungimento di una consapevolezza della attività fisica “health-enhancing”. Un percorso pedagogico gioioso finalizzato a stimolare i movimenti del corpo è il cuore dell’approccio della metodologia drammaturgica specificatamente creata attraverso l’Open Scenario. Il fine è per spingere gli studenti ad agire attraverso il teatro, incoraggiarli a esprimere i loro sentimenti, le emozioni e pensieri, e allo stesso tempo stimolare la percezione della loro fisicità.

Attraverso il percorso teatrale, realizzato e gestito Piccolo Teatro di Milano, che è partner del progetto, e l’Università di Milano che lo coordina, gli studenti beneficiari sono guidati nell’approcciare i movimenti del corpo da una prospettiva più raccolta, per esprimere capacità fisiche nascoste. Dall’essere vittime della loro inattività, gli studenti si trasformano così in attori consci della loro nuova fisicità.

L’esito è vuole essere una nuova attitudine comportamentale che deriva da una profonda autoanalisi individuale che vuole condurre a una consapevolezza duratura e a una attiva condivisione di un coinvolgimento fisico ed emozionale.

Erasmus +
Share This